Effige offre consulenza in Qualità e Ottimizzazione dei processi, Ambiente, Salute e Sicurezza, Responsabilità Sociale d'impresa, Efficienza Energetica e Carbon Management

Home » Consulenza in salute e sicurezza sul lavoro » Gestione dei Rischi (consulenza D.Lgs. 231)

Consulenza in salute e sicurezza sul lavoro

CONTATTACI

*Campi obbligatori

Informativa per il trattamento dei dati personali ai clienti ai sensi del D.Leg. 30/06/2003, n. 196

Gestione dei Rischi (consulenza D.Lgs. 231)

"...l'Ente non risponde del reato commesso se prova che l'organo dirigente ha adottato ed efficacemente attuato, prima della commissione del fatto, modelli di organizzazione e di gestione idonei a prevenire reati della specie di quello verificatosi..." [art. 6 - DLgs 231/2001]


Il D.Lgs n. 231/2001 ha introdotto la disciplina della responsabilità amministrativa per società, enti ed organizzazioni, con o senza personalità giuridica, le quali possono essere chiamate a rispondere di reati commessi da un proprio amministratore, dirigente o dipendente.

Il Modello Organizzativo 231/2001 rappresenta il mezzo con cui dimostrare la propria diligenza organizzativa, premiata con l'esimente, ovvero con la non applicazione, o riduzione, delle pesanti sanzioni previste dalla legge.

L’articolo 30 del D.Lgs. 81/08 detto anche "Testo Unico per la Sicurezza" suggerisce di implementare un modello di organizzazione e di gestione secondo il D.Lgs. 231/01; per avere valore esimente, tale modello “deve” assicurare sistemi di gestione che, come affermato al comma 5, se “…definiti conformemente alle Linee guida UNI-INAIL per un sistema di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL) del 28 settembre 2001 o al British Standard OHSAS 18001:2007 si presumono conformi ai requisiti …”.

Alcuni recenti casi giudiziari hanno reso evidente che l’inserimeno del reato di omicidio colposo e di lesioni gravi o gravissime nella lista dei reati compresi dal Decreto 231 comporta conseguenze pesantissime e del tutto nuove per le aziende inadempienti.

Possiamo riportare l’esempio del gravissimo incidente di Molfetta, dove il 3 marzo 2008 morirono 5 persone, con le conseguenti prime condanne (pene detentive per le tre persone fisiche colpevoli in omicidio colposo plurimo e lesioni colpose gravi per violazione delle prescrizioni degli infortuni e pene pecuniari del tetto massimo di un milione e mezzo di euro per le società coinvolte) in applicazione del D.Lgs. 231/01; al contrario, nel 2010, un giudice del tribunale di Milano ha prosciolto un’importante società di costruzioni in quanto ha ritenuto idoneo il modello organizzativo implementato dall’azienda.

La consulenza Effige per il Dlgs 231/01

Effige mette a disposizione del Cliente la consulenza di un team di professionisti, frutto della collaborazione di esperti dei vari ambiti, in grado di coprire le varie competenze necessarie per lo sviluppo di un Modello di Organizzazione e Gestione così come indicato dal DLgs 231/01.

La consulenza prevede:

  • Analisi della situazione iniziale e Mappatura dei processi aziendali
  • Identificazione degli eventi critici
  • Valutazione e Mappatura dei Rischi
  • Redazione e revisione del Modello organizzativo ex DLgs 231/2001
  • Supporto nell'adempimento a specifiche norme di legge
  • Progettazione del meccanismo di Controllo


Perchè adottare un Modello Organizzativo ex D.Lgs. 231

  • Garantire un’adeguata protezione della Società rispetto ai reati previsti dal Decreto 231
  • Organizzare in modo strutturato i processi aziendali e facilitare la comunicazione aziendale
  • Attribuire e limitare i poteri dei ruoli funzionari
  • Accedere a bandi di gara della P.A. e acquisire nuovi clienti
  • Responsabilizzare/proteggere i dipendenti ed ottenere un efficace rispetto delle regole
  • Accrescere la protezione dei soggetti in posizione apicale

torna su